Nella primavera del 2003 è stato realizzato il cosiddetto “percorso erboristico educativo”. Si tratta di un sentiero lungo 700 m. che costeggia in parte prati, campi e il margine del bosco. Una parte del percorso erboristico è costituita da un vecchio sentiero che nei tempi remoti era utilizzato soprattutto dal bestiame da pascolo. Alcuni gufi scolpiti nel legno indicano con le loro ali il tragitto al visitatore. In definitiva si tratta di un percorso meditativo che ha lo scopo di avvicinare l’uomo alla natura incontaminata. Dal 2014 è possibile anche la visita della nostra pietra dei solstizi.